Se noi. Urbino cambia. Federico Scaramucci sindaco

Se noi. Urbino cambia. Federico Scaramucci sindaco

testata

Cara amica,
Caro amico,
dopo aver atteso che le cose fossero un po’ più chiare anche a livello di regole, ed aver passato una notte insonne mentre mia moglie un po’ preoccupata mi diceva “vieni a letto, non puoi fare sti orari!!!”… ho deciso di comunicarvi la mia decisione di candidarmi alle primarie a Sindaco di Urbino.

Le primarie saranno nel mese di Marzo (probabilmente il 2) e saranno libere e aperte a tutti, con o senza tessere di partito. Finalmente una occasione di partecipazione trasparente. Ci tenevo a scrivervi di persona, perché inizierà un viaggio che vorrei percorrere assieme a voi.

Ma andiamo con ordine.
Nel 2009, a 28 anni, sono stato eletto in Consiglio comunale della mia città ed ho iniziato ad impegnarmi anche politicamente, come già facevo nel sociale e nello sport, per la mia città, Urbino. Città in cui son nato e che amo di più al mondo.

Nel 2012, durante le Primarie per la scelta del Premier, mi sono speso a sostegno della domanda di cambiamento promossa da Matteo Renzi (era la prima tappa, ricordi?). Fu un grande insegnamento di vita. Perdere, sì, ma rimboccarsi le mani per costruire e non per distruggere.
Poi, e nel 2013, con coerenza, mi sono impegnato nelle primarie dell’8 dicembre, che hanno visto Matteo Renzi diventare segretario del PD. Si sa, le cose cambiano, se decidiamo di metterci in gioco….
Quella stessa strada mi ha condotto oggi ad un nuovo inizio. Chi mi conosce sa che amo dedicare le mie energie ed il mio tempo alla città di Urbino. Tutti sanno che ho una sola parola: quello che penso lo dico, alla luce del sole.
Negli ultimi tempi mi sono detto: mentre in Italia la società e la politica è in movimento noi cosa aspettiamo qui a Urbino per cambiare?
Ad Urbino la gente è stanca delle trame e dei veti. Basta passato. E’ necessario aprirci al confronto, un confronto aspro e schietto, ma leale e giocato nella pubblica piazza.

Questo è il suggerimento che Matteo Renzi ci dà:
                        “chiedo il permesso ai cittadini, non all’establishment”

Ho così deciso di proporre oggi alla città di Urbino una visione di futuro. Ho idee e energie, vorrei metterle a disposizione. Non chiederò pertanto il permesso ai capicorrente per candidarmi, come alcuni fanno, ma chiedo il sostegno di tutti voi.

Oggi tutti, non solo i giovani, sanno che è necessario un cambiamento; lo percepiscono le famiglie, i genitori, i nonni di quei ragazzi e quelle ragazze che hanno difficoltà enormi a trovare un lavoro e sono costretti a malincuore ad andarsene da Urbino.

Lavoreremo su una nuova agenda di priorità per la città sulla base di ciò che abbiamo vissuto, ma soprattutto pensando a dove vogliamo portare Urbino in futuro, promuovendo soprattutto un nuovo metodo di fare politica.

Per questo mi scuso se saremo un po’ pressanti, ma lo faremo solo per portare all’attenzione i progetti utili a rilanciare la nostra amata Urbino.
Perciò vi ringrazio in anticipo del sostegno e della vicinanza che saprete darci e vi invito tutti, senza distinzioni

DOMANI Sabato 18 gennaio alle ore 16.00

alla DATA, Osservatorio della città

(ingresso lato torrione Via Garibaldi, Urbino)

In questo luogo simbolico vorrei tentare di raccontare come Urbino può cambiare. Senza padroni e prestanome, ma alla luce del sole e senza paura.

Vostro,
Federico Scaramucci

Ci potete seguire anche su Facebook, mettendo un “Mi Piace” sulla pagina Urbino Cambia. Scaramucci Sindaco a questo link:

https://www.facebook.com/urbinocambia?fref=ts



Gallery

  • cop_FB_A