Scaramucci (PD) scrive a Ministro Giannini e Reggi su riforma SCUOLA

Scaramucci (PD) scrive a Ministro Giannini e Reggi su riforma SCUOLA

URBINO. DOCENTI PRECARI: Scaramucci (PD) scrive a Ministro Giannini e Reggi e chiede l’intervento dei parlamentari e del PD nazionale

Il Consigliere Scaramucci ha presentato un’interrogazione in Comune ad Urbino ed ha inviato una lettera al Ministro all’Istruzione Giannini ed al Sottosegretario Roberto Reggi, chiedendo l’intervento dei parlamentari del territorio, Marchetti, Morani e Fabbri, e del Responsabile Scuola del PD Nazionale, Davide Faraone, per sollecitare il Governo ad intervenire in merito alla delicata situazione in cui si trovano molti insegnanti precari della provincia di Pesaro ed Urbino (come in tutta Italia) inseriti nelle graduatorie ad esaurimento delle scuole dell’infanzia, primaria e Secondaria.

A seguito della riapertura delle suddette graduatorie e della modifica del bando di concorso del 2012, con il relativo scorrimento tra gli idonei e l’assunzione a tempo indeterminato anche di persone non abilitate, si assisterà ad un massiccio trasferimento di docenti precari dal sud Italia verso la nostra provincia che di fatto causerà l’estromissione dei docenti storici dalla possibilità di essere assunti in ruolo e, nella stragrande maggioranza dei casi, anche la mancata convocazione per il conferimento di incarichi a tempo determinato. Le graduatorie ad Esaurimento vengono aggiornate ogni tre anni con l’obbligo di scelta di una sola provincia; l’obbligo di permanenza nella provincia scelta, una volta ottenuto il contratto a tempo indeterminato, che all’ultimo aggiornamento del 2011 era di 5 anni, è stato ora ridotto a 3 anni.

Ad oggi i docenti inseriti nelle graduatorie ad esaurimento di Pesaro ed Urbino devono fare i conti con un precariato che in media dura dai 5 ai 10 anni, e l’assenza di una specifica regolamentazione fa venir meno qualsiasi forma di garanzia per quei lavoratori che, con fatica, sono riusciti a guadagnarsi un posto di lavoro.

Sollecitato dalle richieste avanzate dai docenti precari della nostra provincia, si chiede al Governo ad intervenire affinché si provveda a regolamentare una materia tanto delicata quanto importante dalla quale dipende non solo il futuro di tanti lavoratori precari ma anche il futuro del nostro sistema scolastico. Credo sia indispensabile adottare una più stringente regolamentazione dei trasferimenti e provvedere allo smaltimento delle graduatorie esistenti, assegnando definitivamente tutti i posti che risultano vacanti ed immettendo in ruolo coloro che erano risultati vincitori al bando di concorso del 2012.

Infine, considerando che si è assistito ad un graduale smantellamento degli insegnamenti ed in particolare di Storia dell’Arte nelle Scuole Secondarie superiori (ad es. ad Urbino, come anche Pesaro e Fano, nei primi due anni del Liceo Linguistico e nei primi due anni del Liceo Classico), nell’interesse della città di Urbino e dei cittadini si ritiene importante sollecitarne il ripristino perchè la penalizzazione dell’insegnamento di Storia dell’Arte, in una città Patrimonio dell’UNESCO come Urbino, e nel territorio della nostra provincia, risulta inammissibile. Il Ministro Giannini ed il Ministro Franceschini avevano sottoscritto in merito un Protocollo di intesa il 28 maggio del 2014, ed è giunto il momento di darne attuazione.

Federico Scaramucci,

Consigliere comunale PD