Scaramucci lancia un appello alle forze del fare per il cambiamento anche ad Urbino

Scaramucci lancia un appello alle forze del fare per il cambiamento anche ad Urbino

Care amiche,
Cari amici,

come abbiamo visto in questi giorni l’Italia cambia. E Urbino?
E’ periodo di cambiamenti. Il mondo intorno a Noi cambia ad una velocità impressionante, temo che Urbino rimanendo ferma perda tutte le opportunità che ci si presentano.
Persino Roma si è accorta che un cambiamento dei metodi e del ritmo era inevitabile. Il rischio era la palude. Con il tentativo coraggioso di Matteo Renzi di assumersi in prima persona i rischi e affrontare a viso aperto le difficoltà, le nuove generazioni non hanno più alibi: è giunto il momento di assumersi le responsabilità.

L’unico errore che rimprovero al mio amico Matteo è quello di non aver detto con ancora più forza e fin dal giorno dopo il congresso che il tempo delle decisioni era giunto. Andare alle elezioni politiche, dopo meno di un anno dal voto e con l’opposizione del Presidente della Repubblica, ci avrebbe dato un altro decennio di larghe intese con Berlusconi. Matteo ha fatto la scelta meno popolare, ma più giusta. Ha il mio sostegno anche questa volta. Lo giudicheremo alla prova delle riforme.

Il treno delle opportunità, per l’Italia come per Urbino, non passerà due volte.Cosa aspettiamo anche qui per cambiare metodo e passo?
La campagna elettorale per le primarie del 2 marzo ci sta regalando gioie e sorprese continue. Sapevo che la città avrebbe risposto, ma non pensavo fino a questo punto. Ricevo continui incitamenti a proseguire sulla strada intrapresa. Sono i sorrisi ha darmi la forza. Ho capito che possiamo davvero vincere le primarie e che il cambiamento è a un passo. 

Le persone chiedono che le amministrazioni facciano le cose concrete. I cittadini non conoscono i nomi dei cumulatori di incarichi partitici e prestanome di ex sindaci. I cittadini riconoscono le facce di coloro che per Urbino hanno fatto le cose: eventi, manifestazioni e si impegnano quotidianamente per non lasciare morire di sonno la città. Quelli che nelle frazioni c’erano anche prima che iniziasse la campagna elettorale.

Trovo assurdo infatti che tutto il capitale umano, culturale e creativo sorto spontaneamente negli anni attorno alla prof.ssa Francesca Crespini sia stato allontanato dal vecchio PD cittadino. Di invidie il vecchio Pd potrebbe morire. Io voglio reagire. Il nuovo Pd che stiamo portando in città valorizza le capacità e riconosce i meriti. Io voglio fare una grande apertura di credito alla capacità realizzativa dell’ARS e a tutte quelle associazioni che turismo e cultura le fanno col sudore della fronte e non a chiacchiere.

La giunta che sarò chiamato a guidare, qualora i cittadini lo vorranno, sosterrà e riconoscerà le iniziative delle tante associazioni e dei giovani brillanti che ci lavorano.
Nel nuovo Pd e nella nuova amministrazione della città c’è posto proprio per quelle persone che sappiano costruire piuttosto che bloccare e distruggere, per coloro che sappiano radunare intorno a sé energie fresche e desiderio di futuro. Non è tempo per l’inerzia, non c’è posto per il risentimento. 

Stiamo costruendo la nuova Agenda della città, e a breve sarà sul nostro sitowww.federicoscaramucci.it 
Molti mi chiedono: “L’Urbino del futuro si reggerà ancora su università e turismo?”

Il turismo è fondamentale. Ma non quello delle chiacchiere.
Ogni contributo dato va rispettato. Serve una grande capacità progettuale e ideativa.Competenze e energie notevoli. Spesso sono state fatte scelte in città più per logiche spartitorie fra correnti piuttosto che ispirate alla ricerca di competenze. Poi naturalmente progettare il futuro di Urbino è un lavoro collettivo, che deve coinvolgere i cittadini, i giovani e le associazioni di rappresentanza e categoria. 
Dobbiamo sperimentare e rischiare. Solo mettendoci in rete e aprendoci al mondo potremo diventare meta globale di turismo. Destagionalizzare gli eventi durante l’anno, coinvolgere i giovani nella programmazione delle iniziative, coinvolgere il territorio, anche al di là di Urbino e del Montefeltro, guardare un po più in là di Trasanni e Canavaccio per comunicare le nostre iniziative.

Sull’Università sono intervenuto questa settimana, scrivendo una lettera alla comunità accademica (che potete leggere QUI) Innanzitutto non bisogna mischiare il Comune con l’Univeristà, sono due istituzioni autonome. Chi lo fa mette in pericolo entrambe. Sosterremo il nuovo rettore se saprà aprire l’Ateneo al mondo, lavorare per una didattica di eccellenza e una ricerca di qualità.

Le primarie sono una battaglia di idee. Quale modello di turismo? Come gestiremo i rifiuti? Come finanziamo grandi e piccoli interventi che servono alla Città? C’è chi dice in giro l’esatto contrario di quello che ha fatto negli anni. Mentre noi cerchiamo di dare risposte vere a queste domande. I miei concorrenti alle primarie fanno la conta a chi ha più amici. Ecco, questa è la logica da paesino. Ma Urbino è una città. Io ho la determinazione e la voglia di cambiare velocità. 

Ricordo che le primarie saranno domenica 2 marzo, dalle 8.00 alle 20.00. Informate tutti di questa opportunitá di partecipazione e cambiamento. Potete farlo anche inoltrando questa e-mail ai vostri amici e conoscenti. Saranno primarie libere, sia al primo che al secondo turno. Primarie aperte a tutti, come abbiamo sempre chiesto noi.

Continuano gli appuntamenti del Tour Urbino cambia:

mercoledì 19 febbraio
h 21 Cavallino, presso sala di fianco al campo sportivo

giovedì 20 febbraio
h 14 incontro con commercianti Consorzio
h 17 confesercenti
h 21 Trasanni, zona Via della Collina

venerdì 21 febbraio
h 14 Scotaneto circolo
h 20 Concertino – aperitivo con gli Strani Vari al “Caffè del sole” …..non perdetevelo!!!!!!scarica QUI LOCANDINA
sabato 22 febbraio
ore 10 mercato del sabato
ore 18.00  incontro presso sede comitato ex Makkia: “Urbino, i giovani e le nuove opportunità di lavoro” con MARIO MORGONI, senatore e CARLO RENZI, imprenditore
domenica 23 febbraio
ore 17.30 Palaferro, torneo di calcetto : generazioni a confronto (info 337331496)

Potete seguire tutte le news su www.federicoscaramucci.it 

 

Vostro,
Federico Scaramucci

QUI potete vedere il video dell’inaugurazione del comitato Urbino Cambia

Ci potete seguire anche sul nostro sito web,  twitter e facebook, mettendo un “Mi Piace” sulla pagina Urbino Cambia. Scaramucci Sindaco