Incentivi alle imprese che assumono giovani con contratti apprendistato

Incentivi alle imprese che assumono giovani con contratti apprendistato

Creare nuova occupazione, soprattutto tra i giovani, utilizzando e valorizzando, attraverso incentivi alle imprese che assumono, il contratto di apprendistato: questo si propone il programma AMVA (“Apprendistato e Mestieri a Vocazione Artigianale”) presentato, a Palazzo Raffaello nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato l’assessore regionale al Lavoro, Marco Luchetti, e il presidente di Italia Lavoro Paolo Reboani. Il programma, infatti, sarà realizzato da Italia Lavoro, agenzia tecnica del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, in collaborazione con la Regione Marche Assessorato al Lavoro Istruzione Formazione.
“L’obiettivo è favorire l’occupazione giovanile, ha spiegato l’assessore regionale Marco Luchetti nella presentazione di oggi in conferenza stampa, attraverso nuovi strumenti che aiutino a superare la precarietà che da troppo tempo caratterizza la fase lavorativa di questa fascia di cittadini indebolita anche dalla crisi. Vogliamo rilanciare quindi la “buona occupazione” insieme alla stabilizzazione dei giovani nel mercato del lavoro ormai troppo frammentato, attraverso contratti che garantiscano anche l’acquisizione di professionalità. Da tempo la Regione Marche collabora con Italia Lavoro in progetti e programmi come FIXO e Welfare to work, ma anche nell’elaborazione del nuovo Masterplan dei servizi all’impiego. Contiamo quindi di proseguire questa intesa con nuove azioni positive coinvolgendo anche Università e Associazioni”.
“Uno strumento flessibile come AMVA, ha detto il presidente di Italia Lavoro, Paolo Reboani, ben si adatta alle peculiarità produttive del territorio marchigiano ricco di piccole imprese artigiane, perché svolge un’azione integrata tra politiche di sviluppo delle imprese, politiche per il lavoro e per la formazione. Sarà fondamentale per la realizzazione di questo intervento – della durata di 30 mesi con un impegno finanziario complessivo di circa 118 milioni di euro, di cui 67 milioni circa per l’apprendistato – un’efficace comunicazione alle imprese sulle opportunità che dal 1° gennaio si offrono in questo momento di crisi. L’apprendistato è un canale privilegiato, ha proseguito, per l’accesso dei giovani al mercato del lavoro e sarà utile inserire questo tipo di contratto nelle riforme regionali del lavoro oltre che nelle nuove trattative contrattuali delle parti sociali”.
L’idea progettuale è rivolta ad innalzare i livelli di occupabilità ed occupazione del mercato del lavoro, stimolando, soprattutto nel settore delle professioni a vocazione artigianale, una possibile azione integrata tra imprese, associazioni di categoria e i diversi attori del mercato (pubblici e privati).
Il bando pubblico per le imprese prevede incentivi pari a: 5.500 € per ogni giovane assunto con contratto di apprendistato per l’espletamento del diritto-dovere di istruzione e formazione; 4.700 € per ogni giovane assunto con contratto di apprendistato professionalizzante o di apprendistato per il conseguimento di un titolo di studio di livello secondario ad esclusione dell’alta formazione.
In aggiunta, grazie alla riforma dell’apprendistato di recente varata, nei primi tre anni dall’assunzione di un giovane con contratto di apprendistato in un’azienda sotto i 10 dipendenti è prevista la completa decontribuzione.
Il programma AMVA prevede altre due linee di intervento: la formazione di giovani attraverso la creazione di una “bottega di mestiere”, in ciascuna delle 110 province coinvolte, finanziata con un contributo di 2.500 euro mensili per svolgere attività di tutoraggio a favore di 30 giovani in stato di disoccupazione. 3.300 giovani, inoltre, beneficeranno di un tirocinio formativo con un compenso di 500 euro mensili per la durata di sei mesi. Infine, contributi per la creazione di impresa, del valore unitario di 10.000,00 euro, destinati a 500 giovani che intendono creare e sviluppare nuove imprese e attività imprenditoriali.
Per queste due linee i bandi pubblici saranno emanati successivamente.

info:
www.italialavoro.it
www.servizilavoro.it/amva
www.lavoro.gov.it
www.cliclavoro.gov.it

Per la Regione Marche:
Referente regionale area os-programma AMVA
Alessandra Ragni
tel 0736.277428-480
e-mail: aragni@italialavoro.it