GRAZIE MATTEO!

GRAZIE MATTEO!

Stamattina un gran freddo, ma al di là del risultato nazionale una bella sensazione di contentezza…..
Matteo Renzi nella Provincia di Pesaro e Urbino ha ottenuto un dato eclatante. Non sto qui a dire che Matteo Renzi ha vinto, perchè è chiaramente Bersani che ha vinto.
Tuttavia, il risultato è importantissimo: RENZI 48 % – BERSANI 52 %…ovvero quasi una persona su 2 ha votato per il Sindaco di Firenze…
Lui è partito senza supporto della struttura del PD ed in poco tempo ha catalizzato entusiasmo,passione e voglia di rinnovamento.
Noi,grazie a lui, abbiamo anche allargato tanto i rapporti con la gente, ed è un bagaglio che arricchirà il PD ed il centrosinistra!
Inizialmente potevamo sembrare persone diverse ma sul campo siamo stati e siamo uno squadrone.
Perché la politica si fa con il cuore prima di tutto.

Nella nostra Provincia erano pochi poi gli amministratori schierati con Matteo Renzi, posso citare Solazzi, Pres. Cons. Regionale Marche, oppure Ciabocchi, Pres. della Comunità Montana Catria Nerone, Peppe Lucarini Sindaco di Urbania, Dimitri Tinti, Sindaco di S. Ippolito, Andrea Pierotti, Sindaco di Acqualagna, Renato Minardi, assessore provinciale; Massimiliano Lucchetti, assessore di Mondolfo, Gilberto Fattori, vicesindaco di Isola del Piano etc. etc.
A loro, come ai tanti comitati, ai tanti giovani e meno giovani che volontariamente si sono impegnati per la campagna delle primarie, va il mio ed il nostro ringraziamento per prima cosa!
A Matteo il riconoscimento di aver incarnato come nessuno la voglia di cambiamento. A noi la capacità di essere stati il suo motore.
E’ iniziato un percorso di rinnovamento, niente sarà più come prima.
So bene che Bersani è persona intelligente e quindi terrà naturalmente conto di ciò che è successo, così come i dirigenti del PD della nostra Provincia.
I risultati ed i numeri parlano chiaro.
Matteo Renzi prende da solo il 48 %, mentre Bersani+ Vendola+Tabacci+Puppato prendono il 52% quando SEL, con il suo leader Vendola da solo al primo turno, prendeva l’ 11 %.
E’ chiaro che i vendoliani, di cui rispettiamo la scelta, sono stati decisivi come somma per l’affermazione di Bersani, che altrimenti non ce l’avrebbe fatta.
In alcune città abbiamo risultati importanti, come URBINO, dove Renzi vince con il 54% e Bersani prende il 46 %, non riuscendo a capitalizzare i 289 voti di Vendola del primo turno…) URBANIA, Renzi vince con 63 % contro 37 % di Bersani; CAGLI (dove Renzi prende 308 contro 298 di Bersani) SAN COSTANZO (Renzi 56% e Bersani 44 %); San Lorenzo in Campo (Renzi 57 % Bersani 43%)
MONTECALVO (Renzi prende 203 mentre Bersani 170); SANT’ANGELO IN LIZZOLA (Renzi 259 – Bersani 240); APECCHIO, (Renzi 63 % – Bersani 37 %) MONDOLFO (Renzi 320 e Bersani 299)
I risultati di Pesaro e Fano riflettono naturalmente l’apporto di SEL a Bersani, perchè quasi sicuramente a Fano, senza SEL, l’avrebbe spuntata Renzi.

In particolare commento il dato di Urbino:
Nei 10 seggi di Urbino al ballottaggio Renzi prende in totale 1088 voti (54 %) contro 921 di Bersani (46 %) una netta vittoria.
Tra l’altro, le regole prevedevano che solo uno fosse il seggio speciale (seggio n. 1, al collegio Raffaello) e che solo qui potessero votare gli studenti e fuori sede.
Qui Renzi al ballottaggio prende 268 voti contro 237 voti di Bersani.
Gli studenti, tra l’altro, NON SONO voti di persone “LONTANE DALLA NOSTRA REALTA’” ma sono cittadini di Urbino,
non sono residenti ma sono cittadini e vanno rispettati, e non solo sfruttati…
Negli altri 9 seggi dove votavano i cittadini residenti ad Urbino, Renzi ha preso 820 voti e Bersani 684, in più al 1° turno i voti per Vendola erano 289 di cui 117 al seggio n. 1 (dove votavano gli studenti) e al 2° turno c’è stato calo dei votanti da 2226 a 2009, e mentre RENZI non perde tanti voti, solo 12 voti (Renzi passa da 1100 a 1088).
Bersani guadagna un pò di voti di chi prima aveva votato Vendola, Tabacci, Puppato (passando da 776 a 921).

Una bella pagina di democrazia, una bella competizione,
Ora si collabora per vincere nel 2013, e chiaramente pensiamo che nella nostra Provincia di Pesaro e Urbino si debba tenere conto di cosa pensa 1 cittadino su 2 che ha votato MATTEO RENZI e che ad URBINO si debba decisamente valutare il dato che vede prevalere MATTEO RENZI, in maniera inequivocabile.

Era giusto provarci, è stato bello farlo insieme!