Chi ama la città la farà scegliere liberamente – Se Noi. Urbino cambia

Chi ama la città la farà scegliere liberamente – Se Noi. Urbino cambia

data_14
Alla luce del sole
Come ho promesso durante il discorso della candidatura alla DATA (qui il link per vederlo) io parlerò alla luce del sole. Conscio dei rischi che corro.

Ricevo decine e decine di mail, mi dite: “vai forte, ma stai attento” o “grande Scara, ma parli pochino di idee, attacchi e basta…”.
Niente di più sbagliato, amici. Le idee sono chiare, le vedete (qui il link al libretto) e le spiegherò nel tour che farò in città. La campagna durerà un mese, no lo scordate, arriverà presto anche l’Agenda per la città, dove le nostre idee saranno declinate in proposte concrete.
Vorrei però che capiste che la prima idea davvero rivoluzionaria per questa città è questa:

“Nuovo metodo: si ascoltano i cittadini – non le correnti – e si decide alla luce del sole”

Sono un nativo Pd. Se fossi chiamato a scegliere fra il bene della città e il partito, io sceglierei la città senza indugio. Questa mia preferenza per molti dirigenti del vecchio Pd è inconcepibile. Credo che un partito serva se pensa e propone, non se diventa un incubatore di correnti ed egoismi.

Anche sul giornale di stamane, l’ennesimo candidato dice di esser sceso in campo perchè “una parte del partito” glielo avrebbe chiesto. Una parte, appunto…  Hanno ansia di mettersi sul petto la medaglia del partito, pensando ingenuamente che basti quella per vincere e portare la cittá nel futuro. Si sbagliano.

Tutti dobbiamo ricordarci che meno di una anno fa il Movimento 5 Stelle ha punito queste logiche, superando, anche in questa provincia, alle elezioni il vecchio Pd, chiuso e correntizio. Cosa dovrebbe impedire che ciò succeda anche qui ad Urbino?

Badate, non è un caso che sia arrivato in città il fantasma Sgarbi, chi l’ha portato sapeva che avrebbe disarticolato il vecchio Pd. Sapeva che il Pd delle correnti non aspettava altro che avere un pretesto per chiudersi. E una volta chiuso – questi manovratori sanno – questo Pd sarebbe battibile.
Perdi se ti chiudi, non se ti apri al futuro! Possibile che non lo capiscano?

Io sono stato chiarissimo: se la candidatura di Sgarbi è conforme alle regole, Sgarbi si candidi pure. Il nuovo Pd è davvero democratico. Punto.

È evidente, però, che negli organismi del partito cittadino, quelli che vengono dal passato, queste correnti appaiono maggioranza. Sono organismi in cui si esprimono anni di antipatie e rivalità. È lì in questi organismi che i capicorrente escludono gli avversari temibili a colpi di maggioranza.

Si continua a rimandare l’indizione delle primarie libere e aperte. Il vecchio Pd è incapace di decidere di affidarsi oggi, finalmente, al voto dei cittadini e delle cittadine in primarie libere e aperte. Come dappertutto in Italia si fa.
Le primarie libere e aperte che erano state promesse pubblicamente non possono oggi essere disattese o manipolate, pena la definitiva perdita di credibilità. Niente trucchi!

Verrebbe voglia di scappare, vero?
Ma io non scappo, perché candidarsi per il futuro, per chi come me a 33 anni, energie e idee da proporre, è un obbligo morale nei confronti della cittá e delle nuove generazioni.

Come vi ho promesso sabato scorso, non indietreggio di un passo.
Non per me ma per amore di Urbino.

Vostro,
Federico Scaramucci

QUI L’INTERVISTA A TELE 2000

Ci potete seguire anche sul nostro sito web,  twitter e facebook, mettendo un “Mi Piace” sulla pagina Urbino Cambia. Scaramucci Sindaco



Gallery

  • data_14