Bando regionale: “I LUOGHI DELL’ANIMAZIONE”

Bando regionale: “I LUOGHI DELL’ANIMAZIONE”

E’ stato adottato il bando relativo all’intervento “I luoghi dell’animAzione” previsto dall’accordo “i giovani C’ENTRANO”
Vi riporto di seguito un sunto del bando: come vedete, l’intervento è rivolto a Enti Locali.
La scadenza per la presentazione di proposte è fissata a venerdi 3 agosto 2012.

SCARICA QUI IL BANDO.

Il bando intende finanziarie iniziative e progetti di animazione dei contenitori culturali ovvero degli istituti e luoghi della cultura prevista dall’art. 101 del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio: musei, biblioteche, archivi, aree e parchi archeologici, complessi monumentali, beni architettonici, teatri e teatri storici.
I progetti che saranno ammessi a contributo dovranno rientrare tra quelli previsti all’articolo 4 e dovranno prevedere al loro interno anche forme di sostegno all’occupazione giovanile qualificata attraverso l’attivazione di almeno una borsa lavoro o l’assunzione di giovani fino a 35 anni  tramite un contratto di lavoro a tempo indeterminato per il quale verrà assegnato un incentivo.
L’obiettivo generale dell’intervento I luoghi dell’animAZIONE è l’animazione dei contenitori culturali attraverso lo svolgimento di attività e iniziative realizzate e destinate ai giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni. L’intervento infatti intende attuare un sostegno all’occupazione giovanile qualificata attraverso gli strumenti  dell’attivazione di borse lavoro e/o dell’incentivo all’assunzione a tempo indeterminato.

Gli obiettivi specifici  possono essere così declinati:

  • valorizzare la creatività giovanile con riferimento all’attività di animazione dei luoghi culturali;
  • promuovere i talenti in particolare nelle arti visive, nella musica e nella multimedialità;
  • promuovere la diffusione di iniziative culturaliall’interno dei contenitori culturali;
  • valorizzare e promuovere i contenitori culturali del territorio attraverso attività partecipate da parte dei giovani;
  • promuovere modalità e forme di sostegno all’occupazione giovanile (borse lavoro, incentivi all’assunzione)

I progetti presentati devono prevedere una o più azioni di animazione e valorizzazione, all’interno dei contenitori culturali,  tra quelle di seguito indicate ferma restando l’attivazione di almeno una borsa lavoro che dovrà essere funzionale alla realizzazione del progetto e/o l’assunzione a tempo indeterminato:

  • realizzazione di attività con particolare riferimento alle arti visive (mostre, corsi di fotografia, realizzazione di video, proiezioni di film, ecc.);
  • svolgimento di attività culturali tra cui organizzazione di eventi musicali (concerti, spettacoli vari, corsi di avvicinamento alla musica, laboratori di ascolto, ecc.);
  • attività di promozione della lettura fra i giovani, presentazione di libri, laboratori multimediali, corsi di alfabetizzazione informatica ecc.;
  • progetti creativi legati alla valorizzazione e promozione del territorio (spazi di degustazione, promozione di prodotti tipici enogastronomici, presentazione di arti e mestieri della tradizione culturale locale, laboratori artigianali, ecc.);
  • progetti che prevedano anche l’erogazione di servizi aggiuntivi di natura commerciale tra cui bar, ristorazione, babysitting, bookshop, ecc.

I progetti dovranno possedere i seguenti requisiti di ammissibilità pena la  non accettazione della domanda di partecipazione:
- destinatari dell’intervento: giovani 18-35 anni;
- ognuno dei progetti presentati di animazione e valorizzazione, all’interno dei contenitori culturali, deve prevedere
a) l’attivazione di una borsa lavoro di giovani laureati di età compresa fino a 35 anni
e/o
b) l’assunzione di giovani laureati fino a 35 anni) a tempo indeterminato;
- progetti di rete con l’individuazione di un soggetto capofila e una rete di soggetti partner del progetto (minimo 5 soggetti compreso il capofila);
- ogni soggetto capofila può presentare soltanto un progetto che preveda al suo interno la possibilità di combinare le azioni ammissibili. In qualità di partner è ammessa la partecipazione di uno  stesso soggetto a più progetti;
- cofinanziamento da parte della rete dei soggetti del 15% minimo;
- costo minimo del progetto € 50.000,00 e costo massimo ammissibile a cofinanziamento pari ad : € 150.000,00;
- prevedere uno o più contenitori culturali dove svolgere le attività del progetto. Sono compresi nella categoria di contenitore culturale gli “Istituti e luoghi della cultura” definiti dall’art. 101 del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio. Nello specifico: musei, biblioteche, archivi, aree e parchi archeologici, complessi monumentali.
A  questi si aggiungono i beni architettonici ed i teatri (storici e non). Il contenitore culturale nel quale svolgere l’attività prevista dal progetto deve essere di proprietà o dato in gestione all’ente capofila o ad uno dei partner associati alla rete come dichiarato nella domanda di partecipazione.
Successivamente all’assegnazione  dei contributi sarà richiesta dalla  Regione Marche la documentazione comprovante la proprietà e/o la gestione del contenitore culturale;
- realizzazione degli interventi esclusivamente all’interno del territorio della Regione Marche.

Gli interventi dovranno essere obbligatoriamente realizzati in forma associata: i progetti dovranno prevedere un partenariato minimo composto da almeno 5 soggetti. I soggetti capofila e partner potranno essere:

a)      enti locali,

b)     enti e associazioni operanti prevalentemente in campo artistico e
culturale nel territorio della Regione Marche,

c)      soggetti del tessuto economico e produttivo (imprese, cooperative
ecc.).

Tutti i soggetti dovranno avere sede legale o un’unità locale ubicata nella Regione Marche.
La composizione della rete dovrà essere coerente rispetto agli obiettivi e alle attività descritti nel progetto.
La domanda di partecipazione dovrà obbligatoriamente  essere presentata in forma cartacea.

La domanda di partecipazione, redatta in carta semplice con marca da bollo (€ 14,62) sulla base del modello allegato al bando (allegato 1) e corredata di tutti gli allegati previsti nella domanda stessa, dovrà pervenire in busta chiusa, a pena di esclusione, al seguente indirizzo – Giunta Regione Marche, Servizio Internazionalizzazione, Cultura, Turismo,Commercio e Attività Promozionali  – Via Gentile da Fabriano, 9 –  60125 – Ancona entro e non oltre le ore 12,00 di venerdì 3 Agosto 2012 a mezzo raccomandata a.r. o mediante corriere o consegna a mano.